ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Era una trappola per poliziotti l'appartamento del killer di Denver

Lettura in corso:

Era una trappola per poliziotti l'appartamento del killer di Denver

Dimensioni di testo Aa Aa

Una santabarbara, un deposito di munizioni ed esplosivi impossibile da disinnescare collegati a detonatori pronti ad esplodere all’arrivo della polizia. È questo l’appartamento di James Holmes l’assassino di Denver che nella notte fra giovedì e venerdì ha provocato una strage in un cinema di Denver, negli Stati Uniti.
Gli artificieri nelle scorse ore hanno effettuato alcune esplosioni controllate, ma sono talmente tante le bombe  che la polizia pensa di far saltare tutto in aria. L’appartamento altro non sarebbe che una trappola, rivolta proprio ai poliziotti che vi sarebbero dovuti entrare come ha spiegato il capo della polizia di Aurora, il sobborgo di Denver dove è avvenuta la strage.
Nel paese il presidente Barack Obama ha ordinato le bandiere a mezz’asta all’indomani della strage.
Obama ha cercato di rassicurare la popolazione, ma potrebbe non bastare: “Il governo federale farà tutto il possibile per assicurare alla giustizia i responsabili di questo crimine. Siamo vicini ai cittadini del Colorado in questi momenti straordinariamente difficili”.
E mentre nel paese si moltiplicano le veglie in memoria delle 12 vittime dell’attacco almeno altre 5 persone ricoverate negli ospedali continuano a lottare fra la vita e la morte.