ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vaticano: concessi gli arresti domiciliari a Paolo Gabriele

Lettura in corso:

Vaticano: concessi gli arresti domiciliari a Paolo Gabriele

Dimensioni di testo Aa Aa

Arresti domiciliari per Paolo Gabriele. Dopo 59 giorni trascorsi nella cella di quattro metri per quattro nel Palazzo della Gendarmeria vaticana, l’ex maggiordomo di Benedetto XVI, è tornato questa sera nella sua casa in Vaticano.

46 anni, arrestato il 23 maggio scorso per il furto di documenti riservati del Papa, dopo l’interrogatorio di oggi da parte del giudice istruttore Piero Antonio Bonnet gli è stato concesso “il beneficio della libertà provvisoria”, nella forma degli arresti domiciliari.

Ecco le parole del suo avvocato, Carlo Fusco:
“Un’altra questione che pensiamo poter dire con assoluta certezza `che non ci sono reti, non ci sono complotti interni o esterni al Vaticano che fqcciano riferimento a Paolo”.

Sempre secondo gli avvocati, nella sua azione – ovvero quella di avere sottratto documenti privati, azione sostanzialmente mai negata dagli avvocati – l’uomo sarebbe sempre stato “mosso dal desiderio di un atto di aiuto e di amore verso il Papa”.

Le indagini procedono su due livelli: da una parte la giustizia vaticana e dall’altra quella della magistratura italiana.
In caso di processo il maggiordomo rischia fino a 6 anni di prigione, salvo un intervento di Benedetto Sedicesimo che potrebbe in ogni momento concedere la grazia.