ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: aumentano rifugiati nei paesi confinanti

Lettura in corso:

Siria: aumentano rifugiati nei paesi confinanti

Dimensioni di testo Aa Aa

Trentamila profughi hanno lasciato la Siria diretti verso il Libano nelle ultime 48 ore. Centinaia di famiglie della classe media siriana, in prevalenza residenti nalla capitale, hanno caricato le proprie auto e si sono dirette verso le mantagne al confine con il Libano, nel distretto di Bekaa, altre migliaia si sono spinte più a ovest.

Nel corso della rivolta scoppiata 16 mesi fa, l’osservatorio siriano per i diritti umani ha contato oltre 125mila persone rifugiatesi in Libano, Giordania e Turchia.

Questo è un campo profughi Giordano. Qui i siriani registrati dall’Onu sono oltre 30mila ma il numero reale è molto più alto. Molti si appoggiano da parenti e amici e evitano di rivolgersi alle organizzazioni umanitarie.

Sulle montagne al confine con la Turchia i rifugiati sono circa 40.000.

“Ho lasciato la Siria perche’ la situazione nella nostra zona stava peggiorando. Ho sentito parlare di possibili attacchi nelle nostre case, rischiavamo la vita. Ecco perchè ho preso i miei figli e sono partito”.

Continuano a fuggire anche esponenti eccelletti dell’esercito regolare di Assad: si tratta di due generali che sarebbero fuggiti verso la Turchia durante la notte. Con loro altre 8 persone, fra cui colonnelli e membri delle famiglie dei militari.