ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: 550 morti in due giorni, il regime riprende Damasco

Lettura in corso:

Siria: 550 morti in due giorni, il regime riprende Damasco

Dimensioni di testo Aa Aa

In Siria le forze ribelli e quelle fedeli al regime di Bashar al Assad hanno continuato ad affrontarsi a Damasco e Aleppo, rispettivamente capitale e cuore economico del paese.

Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani negli ultimi due giorni sono morte 550 persone, segnando le 48 ore più violente dall’inizio della rivolta siriana., 16 mesi fa.

A Damasco le milizie del regime hanno riconquistato il pieno controllo del centrale quartiere Midane – raccontano i media locali.
Mentre ancora si combatte, i residenti sono stati fatti evacuare e la popolazione è controllata ai posti di blocco militari.

Dopo l’uccisione da parte dei ribelli di tre esponenti dei vertici militari siriani, vicinissimi al presidente Assad, si teme che la situazione si possa aggravare ancora di più.

Intanto, dopo che, per la terza volta, la comunità internazionale non è riuscita a trovare una soluzione al conflitto, è stato prolungato di soli 30 giorni il termine della missione Onu scaduta proprio ieri. I 300 osservatori dovrebbero far raggiungere un cessate il fuoco in Siria e ottenere l’applicazione di un piano di pace.