ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Urru "tornerò in Africa". Gruppo islamista "pagati 15 mln"

Lettura in corso:

Urru "tornerò in Africa". Gruppo islamista "pagati 15 mln"

Dimensioni di testo Aa Aa

“Finalmente è finita, ma sono pronta a tornare in Africa”. Queste le parole di Rossella Urru al suo arrivo a Roma, dopo nove mesi di prigionia nel deserto del Mali.

La cooperante italiana – ricevuta all’aeroporto di Ciampino del presidente del Consiglio Mario Monti – non rientrerà subito nella sua Samugheo, in Sardegna, prima deve essere ascoltata dalla Procura della capitale che ha aperto un fascicolo sul sequestro.

Diverse le versioni sulla liberazione della Urru e degli altri due volontari spagnoli che ha visto il contributo determinante del Burkina Faso. Secondo uno dei mediatori l’accordo con i rapitori prevedeva uno scambio con militanti islamici. Ma oltre alla liberazione dei mujahedin, ha detto il portavoce del Movimento per l’unicità e la jihad nell’Africa occidentale, sarebbe stato pagato un riscatto di 15 milioni di euro per i tre cooperanti.