ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele piange le vittime dell'attentato in Bulgaria

Lettura in corso:

Israele piange le vittime dell'attentato in Bulgaria

Dimensioni di testo Aa Aa

Aveva un documento falso, una patente di guida statunitense, il presunto autore dell’attacco terroristico contro i turisti israeliani in Bulgaria. L’attentatore, morto nello scoppio assieme a 5 viaggiatori e all’autista bulgaro del pullman, non è il cittadino svedese di origine araba di cui era stato diffuso il nome.

Mentre si cerca ancora di identificare l’esecutore materiale, Israele già non sembra avere dubbi sulla matrice della strage.

“Ieri abbiamo assistito – dice l’ambasciatore israeliano all’Onu – a un orrendo attacco terroristico contro turisti israeliani a Burgas, in Bulgaria, perpetrato dalle forze iraniane Al-Quds e da Hezbollah. Questo è un altro attacco barbaro nella campagna contro gli israeliani e gli ebrei nel mondo.”

Le bare con le 5 vittime israeliane sono arrivate, avvolte nella bandiera dello Stato ebraico, all’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv, dove si è svolta una cerimonia funebre, alla presenza dei familiari.

Rimpatriati anche i circa 60 turisti scampati all’attentato e i 30 feriti, tre dei quali sono in condizioni gravi.