ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: ancora scontri a Damasco mentre Al Assad appare in tv

Lettura in corso:

Siria: ancora scontri a Damasco mentre Al Assad appare in tv

Dimensioni di testo Aa Aa

Il cerchio si stringe attorno ai palazzi del potere di Damasco. Questa mattina sono ripresi gli scontri nel cuore della capitale siriana, nei pressi del quartier generale del governo tra i ribelli e i militari fedeli a Bashar Al Assad. Attaccato anche il quartier generale della polizia nella capitale. Carri armati sono entrati per la prima volta nella parte est della città.
 
Gli osservatori delle Nazioni Unite assistono intanto impotenti a quello che sta avvenendo. Così il generale norvegese Mood a capo della Missione dell’Onu in Siria, nel suo ultimo giorno a Damasco:
“Ho espresso la mia condanna contro gli attacchi di ieri al governo siriano e ho rivolto un appello alle parti perché lo spargimento di sangue abbia fine così come la violenza in tutte le sue forme e ci si impegni di nuovo per trovare una soluzione pacifica al conflitto”.
 
Parole che stridono il giorno dopo l’attentato alla sede della direzione nazionale per la sicurezza che ha eliminato quattro dirigenti del regime, tra cui il cognato di Al Assad. Da mercoledì almeno duecento persone sono state uccise e centinaia di famiglie stanno abbandonando Damasco per sfuggire alla violenza. Il presidente intanto è apparso sulla tv di Stato con il neo ministro della Difesa, quasi a smentire le voci che lo davano ferito e in fuga.