ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bulgaria: ancora mistero sull'identità dell'attentatore

Lettura in corso:

Bulgaria: ancora mistero sull'identità dell'attentatore

Dimensioni di testo Aa Aa

Bulgaria: ancora mistero sull’identità dell’attentatore
 
Tra indiscrezioni e smentite, avanza l’inchiesta in Bulgaria sull’attentato all’autobus di turisti israeliani.
 
I servizi segreti svedesi hanno smentito il nome che si faceva qualche ora fa: il sospetto attentatore non è, come affermavano alcuni media bulgari, lo svedese di origine algerina che fu detenuto anni fa a Guantanamo.
 
Una smentita arriva anche dagli inquirenti bulgari, che stanno ancora procedendo agli esami comparativi del DNA.    Sul luogo dell’attentato, all’aeroporto di Burgas, anche la scientifica israeliana sta raccogliendo ogni elemento possibile.
 
Le autorità israeliane avevano reagito, subito dopo l’attentato, puntando il dito contro l’Iran o qualcuno dei gruppi legati a Teheran.
 
Un convincimento ribadito a più riprese anche nelle ultime ore: “Il pericolo viene dall’Iran – ha ribadito il Presidente israeliano, Shimon Peres -: e non è un pericolo solo per la Bulgaria o per Israele, è un pericolo per tutti, perché non hanno il minimo rispetto della vita, per la gente innocente”
 
Sette i morti, compreso il presunto attentatore.  Una trentina i feriti.
Le ferite più gravi sono alle gambe, perché l’esplosione è avvenuta sotto il pavimento dell’autobus: la bomba era probabilmente in uno zaino, nella stiva dei bagagli.