ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Prezzo del latte in caduta, Bruxelles non interviene

Lettura in corso:

Prezzo del latte in caduta, Bruxelles non interviene

Dimensioni di testo Aa Aa

Nessuna misura a livello europeo per frenare la caduta del prezzo del latte. A volere un intervento, soprattutto la Polonia, ma anche Belgio, Portogallo, Ungheria e Slovenia, che temono una crisi come quella del 2009. Ma per Bruxelles il calo dei prezzi, dovuto all’aumento della produzione globale, è temporaneo, e a risentirne maggiormente sono gli Stati con problemi strutturali.

A margine del Consiglio che si è svolto a Bruxelles, il Commissario alle politiche agricole Dacian Ciolos ha confermato che l’evoluzione del mercato sarà osservata attentamente nelle prossime settimane. La Commissione si dice pronta a preparare un’analisi e se necessario, vedere se le misure a disposizione possono essere efficaci nella situazione attuale.

Sul versante della pesca, buone notizie sull’aumento dello stock nelle acque comunitarie, mentre non si placa la “guerra dello sgombro” con Islanda e isole Faroe. Dal 2010 manca un accordo sulla suddivisione delle quote e i Paesi del mare del Nord pescano più del dovuto, circa il 40% oltre la quantità raccomandata dal mondo scientifico. Capofila nel chiedere sanzioni l’Irlanda, appoggiata da Portogallo, Francia e Spagna.