ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'imprudenza probabile causa della tragedia sul Monte Bianco

Lettura in corso:

L'imprudenza probabile causa della tragedia sul Monte Bianco

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Soccorso alpino valdostano ha riportato a Courmayeur i 6 scalatori, 4 polacchi e 2 spagnoli, che si sono salvati, dopo aver vissuto ore drammatiche sul Monte Bianco. Due dei loro compagni di cordata sono morti assiderati. La tragedia della montagna si è consumata venerdì a 4400 metri di altezza, sull’itinerario che porta alla Capanna Vallot. Nella zona imperversava il cattivo tempo, una minaccia che spesso viene sottostimata:

“Senza dubbio si trattava di persone mal preparate che erano partite malgrado le condizioni meteo incerte – dice la guida alpina Michel Bordet – Venerdì mattina sono partiti in 20. Alcuni di loro non sono voluti tornare indietro, hanno continuato l’ascensione e si sono persi”.

Gli alpinisti si erano messi in cammino dal Rifugio del Goûter, la bufera li ha colti lungo la cosiddetta “via normale”. Proprio dal rifugio sono scattati i primi soccorsi. È la seconda tragedia sul Bianco in pochi giorni. Giovedì una valanga aveva provocato 9 morti.