ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il primo 14 luglio di François Hollande

Lettura in corso:

Il primo 14 luglio di François Hollande

Dimensioni di testo Aa Aa

Bagno di folla a Parigi per François Hollande in occasione della sua prima Festa nazionale da presidente. Il capo dello stato francese ha ripreso la tradizione dell’intervista televisiva del 14 luglio che il suo predecessore aveva abbandonato. Argomento principale: la crisi e le sue conseguenze sociali, come i licenziamenti alla Peugeot-Citroën di Aulnay-sous-bois:

“Lo stato non lascerà fare. È troppo facile dare la colpa al costo del lavoro. Hanno fatto delle scelte strategiche sbagliate. Così com‘è il piano che hanno presentato è inaccettabile. Deve essere rinegoziato. Ci vuole competenza, concertazione e un programma strategico per l’industria automobilistica”.

Altro tema, quello dei rapporti con la Germania:

“Abbiamo sempre cercato il compromesso, per esempio sulla crescita l’abbiamo trovato. Sulla stabilità finanziaria, per sostenere la Spagna e l’Italia, vista l’importanza della cosa, abbiamo fatto dei passi nella stessa direzione”.

Dalle Frecce tricolori alle forze speciali, alla Legione straniera, quasi 5mila uomini e donne, in rappresentanza di tutti i corpi d’armata, hanno sfilato sugli Champs Elysées. E questo 14 luglio ha visto anche il ritorno in pubblico di Valérie Trierweiler, la compagna di Hollande, assente dalle scene dall’ormai famoso affare del tweet contro la ex compagna e madre dei 4 figli del capo dello stato. Episodio che è valso alla Première Dame il soprannome di Première Gaffe.

Piccolo incidente in chiusura di parata, uno dei paracadutisti d‘élite si è ferito atterrando. Rompendo il protocollo, il presidente è andato a confortarlo.