ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Valanga Monte Bianco, le testimonianze di due sopravvissuti

Lettura in corso:

Valanga Monte Bianco, le testimonianze di due sopravvissuti

Dimensioni di testo Aa Aa

Due dei sopravvissuti alla valanga di ieri, raccontano cosa hanno visto. Entrambi insistono sulla velocità con cui il tutto si è verificato.

“Siamo partiti piu tardi rispetto al primo gruppo – ricorda il 63enne francese Daniel Rossetto, guida alpina – e cosi non siamo stati al centro della valanga. Ci è arrivata della neve ma abbiamo potuto comunque resistere, poi ce n‘è arrivata addosso molta di più, e perciò siamo caduti tutti insieme. La cosa è rapida, ma sempre troppo lunga: quando la valanga ha cominciato a rallentare, siamo stati contenti che rallentasse”.

Salva anche la vita di un trentenne danese, che racconta: “Stavo salendo con le piccozze e tutto ad un tratto grossi pezzi di ghiaccio sono caduti proprio accanto a noi. Ho pensato: se ci avessero colpito, ci avrebbero fatto davvero male. Poi, una frazione di secondo dopo, tutto è venuto giù e ci ha portati via”.