ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tour de France: acuto di Rolland, resiste Wiggins

Lettura in corso:

Tour de France: acuto di Rolland, resiste Wiggins

Dimensioni di testo Aa Aa

L’arrivo a La Toussuire ha rappresentato il più duro tra i traguardi alpini di questa edizione del Tour de France.

Ad aggiudicarselo il francese Pierre Rolland, che ha distanziato di 55 secondi il promettente connazionale Thibaut Pinot e Chris Froome, ancora una volta superbo scudiero della maglia gialla.

Wiggins è giunto al traguardo assieme a Vincenzo Nibali. Il siciliano è stato il grande protagonista di tappa, ma il britannico ha sempre recuperato le sue folate.

In crisi nera, invece, Cadel Evans. L’australiano, campione in carica, è sempre piu’ sull’orlo di una crisi di nervi e non ce la fa a tenere la cadenza imposta dal capolista, sul quale Froome sembra attentamente vigilare.

Intanto, mentre si svolgeva la corsa, è giunta dall’italia la tragica notizia della morte dello juniores Valerio Zeffin, avvenuta per un incidente in bici nel comasco.

E per una giovane vita che si spegne, una è in procinto di nascere: lo svizzero Cancellara, infatti, non ha preso il via alla tappa, rientrando in elicottero a Berna, dove la moglie sta per partorire il secondogenito.

Ordine d’arrivo: primo Roland, poi Pinot, Froome, Van der Broeck, Nibali e Wiggins.

Graduatoria capeggiata ancora dallo stesso Wiggins, che ha piu’ di due minuti di vantaggio su Froome e su quello che si sta rivelando il vero avversario di questo Tour, Vincenzo Nibali, di nuovo al 3° posto. A seguire, uno staccato quanto sfiduciato Evans.