ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Portogallo: medici in sciopero, alta adesione

Lettura in corso:

Portogallo: medici in sciopero, alta adesione

Dimensioni di testo Aa Aa

Servizio sanitario a rischio secondo i medici portoghesi, in sciopero per due giorni e affluiti in massa per una manifestazione in camice bianco nel centro di Lisbona.

Protestano contro i tagli disposti dal governo, in ossequio al piano di rigore finanziario che Lisbona ha varato in cambio degli aiuti internazionali.

Raddoppio del ticket sanitario, tagli ai rimborsi di medicinali, chiusura di divisioni e centri ospedalieri, meno straordinari e medici assunti a tempo, tramite agenzie di lavoro interinale:

“È stata lanciata una gara per far sì che i medici lavorino non per lo Stato, ma per compagnie private, così che non sarà lo Stato a garantire la dinamica e la qualità del servizio”, denuncia un chirurgo, secondo il quale l’applicazione del piano governativo implicherebbe la scomparsa delle gerarchie, delle specializzazioni e quindi della qualità minima. Un medico potrebbe lavorare trenta giorni in un servizio, trenta in un altro e poi in un altro ancora. Altissima l’adesione al primo giorno di sciopero: al 90%, secondo i sindacati di categoria.