ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Madrid applaude i minatori in sciopero. Scontri davanti al ministero

Lettura in corso:

Madrid applaude i minatori in sciopero. Scontri davanti al ministero

Dimensioni di testo Aa Aa

Accolti tra gli applausi, i minatori spagnoli dopo aver attraversato mezzo paese sono arrivati a manifestare davanti al ministero dell’Industria. Protestano per il taglio dei contributi pubblici al settore, destinato così a scomparire.

La mobilitazione ha sollevato una straordinaria soldiarietà, la loro condizione viene vista come emblematica dell’intero paese.

“Credo che il governo dovrebbe vedere che succede, che tutta la Spagna, e non solo le miniere, sta andando a rotoli. Ecco i minatori che protestano”.

“La marcia è finita, ma la guerra è appena iniziata. La guerra, dato che il ministro non tratta coi sindacati”

Il governo ha più che dimezzato i sussidi al settore minerario, nonostante l’Unione europea li avesse autorizzati fino al 2018, e non ha predisposto nessun piano di riconversione.

“I tagli che il governo vuole sono la più grande ingiustizia compiuta in questo paese, contro la gente che lavora. Credo sia più importante di questi tempi sostenere con sussidi pubblici i lavoratori, i minatori in questo caso, piuttosto che aiutare le banche, come stanno facendo”.

La manifestazione è anche sfociata in scontri, durati più di un’ora, con la polizia che ha sparato proiettili di gomma e i minatori che hanno risposto lanciando pietre contro i furgoni degli agenti. Bilancio finale: ventitre feriti e cinque arresti.