ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: il lavoro ininterrotto della diplomazia

Lettura in corso:

Siria: il lavoro ininterrotto della diplomazia

Dimensioni di testo Aa Aa

Una fine del conflitto graduale, a partire dalle zone teatro delle peggiori violenze. È questa la proposta fatta dal presidente siriano Bashar Al Assad a Kofi Annan, inviato speciale delle Nazioni Unite. A rendere noto il piano concordato con il numero uno di Damasco è stato lo stesso Annan che però non ha voluto fornire ulteriori dettagli ribadendo che l’ipotesi deve prima essere discussa con l’opposizione siriana.
Annan, dopo la riunione con Al Assad, si è recato in Iran e subito dopo in Iraq per un incontro con il premier Nuri al Maliki nella speranza che i due Paesi possano avere un ruolo positivo nel risolvere la crisi.
In Siria intanto le violenze non si fermano. Soltanto questo martedì almeno tredici persone hanno perso la vita. Ma secondo l’osservatorio siriano per i diritti umani le vittime, in sedici mesi di conflitto, sarebbero più di 17.000.