ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Metro in calo del 6%

Lettura in corso:

Metro in calo del 6%

Dimensioni di testo Aa Aa

Alla borsa di Francoforte il grande distributore tedesco Metro paga il pessimismo del proprio amministratore delegato. Il titolo del numero tre della grande distribuzione ha chiuso con un calo del 6,28%: il ribasso più importante tra i titoli del Dax. Secondo l’amministratore delegato Olaf Koch, la crisi nella zona euro colpisce la domanda in Germania e ha una pesante ricaduta sull’attività del gruppo.

Oggi solo i negozi all’ingrosso come Cash & Carry vanno bene, ma non bastano a compensare i risultati mediocri delle due catene di elettronica Saturn e Mediamarkt. Metro lo scorso anno ha sviluppato l’offerta online, ma i risultati per il momento si fanno attendere.

Nel primo trimestre ha subito perdite con conseguente riduzione di dipendenti e investimenti.

Metro è esposta agli effetti della crisi del debito. Oggi il 57% del suo fatturato proviene dall’estero dove i piani di austerity e la disoccupazione non spingono certo ai consumi.

E anche se i consumatori tedeschi dicono di avere il morale alto, le loro spese calano.

Negli ultimi dodici mesi Metro ha perso la metà del suo valore in Borsa. Ora rischia di essere espulso dall’indice principale di Francoforte e di essere relegato nell’MDAX.