ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia, verso una affermazione dei moderati alle prime elezioni del dopo Gheddafi

Lettura in corso:

Libia, verso una affermazione dei moderati alle prime elezioni del dopo Gheddafi

Dimensioni di testo Aa Aa

Si profila una inattesa affermazione delle forze politiche moderate, alle elezioni in Libia. Se le indicrezioni verranno confermate, si tratterebbe del primo paese della cosiddetta primavera araba con gli islamici sconfitti alle urne.
 
Tuttavia, anche in questo caso, i partiti che si ispirano alla sharia non resterebbero esclusi dal potere. Mohammud Jibril, ledaer dell’Alleanza delle Forze Nazionali, un cartello di oltre 50 partiti, ha già lanciato un appello a tutti per sviluppare un lavoro congiunto nell’interesse del paese.
 
Nonostante la lentezza con cui procede lo spoglio, il rappresentante delle Nazioni Unite a Tripoli si dice soddisfatto.
 
“E’ importante che i ritardi non alimentino sospetti. Certo non dovrebbe accadere. Uno dei principali fatti di queste elezioni è che non ci sono state sostanzialmente denunce di brogli a nessun livello. Errori, semmai, essendo le prime elezioni, ma brogli no”.
 
Nove mesi dopo l’uccisione di Muammar Gheddafi, la Libia si incammina verso un modello di democrazia rappresentativa. Ma non si sa ancora se sarà così capace di governare le acute tensioni che ancora oggi restano visibili nel paese.