ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia. Alluvione: decine di morti

Lettura in corso:

Russia. Alluvione: decine di morti

Dimensioni di testo Aa Aa

È salito ad un centinaio di morti il bilancio dell’alluvione che ha colpito il sud della Russia. Il vento, unito alle piogge torrenziali, ha creato ondate di piena improvvise alte fino a 7 metri, che hanno devastato interi centri abitati. Almeno 13mila persone hanno dovuto abbandonare le proprie case:

“Abbiamo perso tutto, tutto quello in cui avevamo investito i nostri soldi – dice una donna di Gelendzhik – Anche la macchina è stata trascinata via. Ma soprattutto siamo in stato di shock, abbiamo avuto tanta paura”.

Le conseguenze della tempesta si faranno sentire a lungo termine, perché le autorità russe hanno dovuto bloccare le petroliere che transitano sul Mar Nero e anche tutto il traffico ferroviario regionale:

“La situazione più difficile è a Krymsk. Un terzo delle case è sott’acqua – dice Alexander Kozlikin, capo dell’antenna regionale del Ministero per le situazioni di emergenza – Abbiamo già dispiegato una ventina di unità di soccorso. Ed altre stanno convergendo nella zona. Il Ministero per le situazioni di emergenza ha mandato da Mosca due aerei e tre elicotteri”.

La furia degli elementi ha cominciato a scatenarsi durante la notte. E adesso molte famiglie, in tutta la Russia, sono in apprensione. La zona di Krymsk è una destinazione turistica e migliaia di bambini erano alloggiati nei centri-vacanza lungo la costa del Mar Nero. Le autorità stanno verificando ogni campeggio.