ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il voto in Libia ritmato dai disordini nell'est

Lettura in corso:

Il voto in Libia ritmato dai disordini nell'est

Dimensioni di testo Aa Aa

Per i libici alle urne, la prima grande prova democratica, disturbata però dai disordini e dai roghi di schede e sondaggi.

Chiusi diversi seggi, soprattutto in Cirenaica, a causa dei disordini provocati dai militanti autonomisti.

Le autorità hanno decretato lo stato d’allerta, mobilitando 3 mila soldati, in aggiunta ai 40 mila uomini della sicurezza.

Ma non è bastato a evitare le violenze e le proteste, con l’est del paese che chiede una Libia federale e vuole pesare di più nel Consiglio generale nazionale.