ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'avvocato di Saif Al-Islam: diritto alla difesa compromesso

Lettura in corso:

L'avvocato di Saif Al-Islam: diritto alla difesa compromesso

Dimensioni di testo Aa Aa

Prime dichiarazioni pubbliche di Melinda Taylor. L’avvocato che la Corte penale internazionale ha attribuito al figlio di Gheddafi era stata arrestata in Libia il 7 giugno, in occasione di una visita al suo cliente nel quadro di una missione della Corte dell’Aja:

“I diritti del mio cliente Saif Al-Islam Gheddafi sono stati irrimediabilmente compromessi nel corso della mia visita a Zintan – ha detto Taylor – Fra l’altro le autorità libiche hanno deliberatamente indotto in errore la difesa riguardo alla sorveglianza dei colloqui. Hanno anche confiscato documenti coperti dal segreto professionale e tutelati dalla Corte penale internazionale”.

I libici, che vogliono giudicare Saif Al-Islam a Tripoli, hanno accusato la delegazione di attentato alla sicurezza nazionale.

La Corte ha disposto un mandato di cattura contro il figlio del colonnello per crimini contro l’umanità in relazione alla repressione della rivolta contro il regime.