ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Confermate le condanne ai funzionari di polizia per il blitz alla scuola Diaz durante il G8

Lettura in corso:

Confermate le condanne ai funzionari di polizia per il blitz alla scuola Diaz durante il G8

Dimensioni di testo Aa Aa

Tutte confermate dalla Cassazione le condanne dei vertici della polizia durante il blitz alla scuola Diaz al G8 di Genova del 2001.

La sentenza prevede la sospensione dal servizio di tutti i venticinque funzionari. Tra loro anche alcuni altissimi gradi degli apparati investigativi italiani, come Franco Gratteri, capo della Direzione centrale anticrimine e Gilberto Caldarozzi, capo del Servizio centrale operativo.

Una sentenza che porta un nuovo tassello su quei giorni di violenze.

“É una parola fine parziale – dice l’avvocato Francesco Romeo – perché l’accertamento processuale è parziale e limitato a un numero di persone ben definito. Erano 28 gli imputati per questa vicenda”.

La Suprema corte ha dichiarato invece prescritte le condanne per le lesioni inflitte dagli 8 capisquadra dei “celerini” del Reparto mobile di Roma.

Il blitz alla scuola Diaz, dove alloggiavano i manifestanti avviene nella notte tra il 21 e il 22 luglio, il giorno dopo la morte di Carlo Giuliani. All’operazione presero parte centinaia di poliziotti, ma nessuno è mai stato in grado di fornirne il numero esatto. Come è emerso ai processi, molti agenti e funzionari si aggregarono spontaneamente al contingente che fece irruzione provocando il ferimento di una novantina di giovani.