ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

ANP autorizza la riesumazione del corpo di Arafat

Lettura in corso:

ANP autorizza la riesumazione del corpo di Arafat

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Autorità Nazionale Palestinese ha autorizzato le analisi sui resti di Yasser Arafat, dopo le ultime rivelazioni di Al Jazeera. Lo storico leader palestinese sarebbe stato ucciso da un
avvelenamento progressivo causato dalle radiazioni di polonio 210. Il veleno, che non lascia quasi tracce, è stato riscontrato nel corso delle analisi sugli effetti personali di Arafat: lo spazzolino da denti, gli indumenti e l’inseparabile kefiah.

“I risultati non ci consentono di dire in modo definitivo che si è trattato di un avvelenamento da polonio – dice François Bochud, direttore dell’Istituto di Radiofisica di Losanna – Ma vale la pena di avanzare nell’indagine perché potrebbe esserci stato un avvelenamento provocato da quantità impercettibili di sostanze radiottive. Questo passo significa riesumare i resti di Arafat, anche perchè non ci sono al momento altri campioni biologici disponibili”.

La rivelazione riapre il giallo sulla scomparsa repentina del leader palestinese avvenuta l’11 novembre 2004 in un ospedale parigino. Dopo un ricovero precipitoso.