ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Messico: "elezioni truccate" Obrador chiede riconteggio voti

Lettura in corso:

Messico: "elezioni truccate" Obrador chiede riconteggio voti

Dimensioni di testo Aa Aa

“Elezioni truccate”. Questa l’accusa del progressista Andrés Manuel López Obrador contro la vittoria alle presidenziali messicane di Enrique Peña Nieto.

Lo sfidante, staccato di oltre 6 punti percentuali nel voto di domenica scorsa, accusa il Partito rivoluzionario istituzionale di aver comprato 1 milione di voti e di aver superato i limiti finanziari imposti per la campagna elettorale:

“Possiamo provare che ci sono state irregolarità nel conteggio di 113mila schede su 143mila – ha detto il leader sconfitto alle elezioni – In accordo con la legge, quando accadono queste cose, c‘è bisogno del riconteggio dei voti”.

Obrador chiese il riconteggio anche dopo la vittoria del liberale Felipe Calderon nel 2006. Il movimento progressista non ha mai vinto in Messico, che vede il ritorno al governo del Pri dopo 12 anni. Il partito di Peña Nieto ha guidato il paese dal 1929 al 2000.