ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Medvedev alle Curili: tensione Mosca-Tokyo

Lettura in corso:

Medvedev alle Curili: tensione Mosca-Tokyo

Dimensioni di testo Aa Aa

Le vecchie ferite cicatrizzano a fatica. E la visita di Dmitri Medvedev alle isole Curili, contese col Giappone, fa salire la tensione tra Mosca e Tokyo. Atterrato sull’isola di Kunashir, nella parte dell’arcipelago che i giapponesi chiamano Territori del Nord, il Premier russo ha fatto visita ad imprese ed ospedali di una zona cronicamente depressa.

“Questa è la nostra terra natale, non ne lasceremo nemmeno un centimetro. Perché mai dovremmo?” ha detto Medvedev. “Chi dà via anche solo un’infima parte della sua terra provoca una tempesta che di solito finisce col collasso dello Stato. È molto pericoloso”.

La disputa sull’arcipelago, che va dalla Kamchatca ad Hokkaido, comincia alla fine della Seconda guerra mondiale quando l’Armata rossa occupa le isole per proteggere le basi navali di Vladivostock. La risposta del capo di gabinetto giapponese Osamu Fujimura non si è fatta attendere:

“Se si parla in termini di rapporti Giappone-Russia, la visita di un alto rappresentante russo nei Territori del Nord è un fatto in conflitto con l’atteggiamento che abbiamo nei riguardi dei territori e la Russia dovrebbe saperlo”.

Nel 2010 Medvedev fu il primo leader russo, sin dall’epoca sovietica, a recarsi alle Curili del Sud provocando la dura reazione del Giappone.