ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Acta, cosa prevede il trattato nel mirino degli internauti

Lettura in corso:

Acta, cosa prevede il trattato nel mirino degli internauti

Dimensioni di testo Aa Aa

Norme liberticide, che rischiano di trasformare i fornitori di accesso a internet in sceriffi della rete, capaci di rovistare nei computer degli utenti, alla ricerca di eventuali violazioni del copyright.

Così, i gruppi per la difesa della rete, liquidano Acta, accordo anticontraffazione e antipirateria, negoziato in segreto dagli Stati Uniti con altri paesi. Una segretezza che solleva dubbi e timori.

Nonostante i principi a cui si ispira il Trattato siano a volte incompatibili con quelli che sono alla base dell’Unione europea, Bruxelles ha seguito dall’inizio le trattative fino alla stretta finale, conclusa a gennaio di quest’anno, con la firma, in Giappone.

Nella sua definizione ufficiale Acta punta a punire la contraffazione di beni protetti da patenti o brevetti, ma vieta anche la vendita di farmaci generici, e reprime duramente il download illegale.

Soddisfatte le associazioni che si battono per mantenere internet libera da legislazioni autoritarie, per le quali il voto del parlamento europeo sancisce il carattere sovrano dell’assemblea di Strasburgo, e dimostra che, con una azione di mobilitazione informata, è possibile battere potenti lobbies.