ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Donetsk, la quiete prima della tempesta

Lettura in corso:

Donetsk, la quiete prima della tempesta

Dimensioni di testo Aa Aa

Chi si trovasse a passare per caso da Donetsk difficilmente immaginerebbe che questa città ucraina ospita la prima semifinale degli Europei 2012. La freddezza della tifoseria di Spagna e Portogallo contrasta con il caldo estivo.
Non mancano i fedelissimi, quelli che accompagnano la loro nazionale ovunque per il mondo. Per i Lusitani ci sono Carlos e George. Carlos viaggia al seguito della squadra con il suo bus, mentre George l’ha raggiunta in bicicletta fino in Polonia dove il Portogallo si allena.
E forse per effetto della calura forse per effetto della crisi, fatto sta che le strade sono deserte.
Trovare i boglietti per la partita non è un problema, nessuna coda alle rivendite. L’atmosfera è insolita anche per i tifosi che sono stati colti di sorpresa.

Un tifoso spagnolo: “È incredibile, sembra la fine dell’estate prima dell’inizio del campionato nazionale, non ci sono tifosi, non c‘è atmosfera, niente canti, fuochi d’articficio, niente. Non si direbbe che c‘è una semifinale degli Europei che sta per disputarsi qui e adesso, è una sorpresa”.

Se siano tutti a immagazzinare energie per la sfida si vedrà ormai fra qualche ora.

Dal nostro inviato: “Piazza Lenin nel cuore di Donetsk, alla vigilia della semifinale, simboleggia la celebre frase “la calma prima della tempesta”, perché molti fan arriveranno in città il giorno della partita. Denys Kulyk, Euronews, Donetsk, Ucraina.