ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'uomo secondo Prada ed Emporio Armani

Lettura in corso:

L'uomo secondo Prada ed Emporio Armani

Dimensioni di testo Aa Aa

Miuccia Prada non vuole usare la parola unisex: “È banale”, dice.

La sua candida passerella per Milano Moda Uomo è stata il simbolo di un terreno neutro, della parità tra uomo e donna. E dunque hanno sfilato anche modelle con i capi maschili che ha disegnato.

Il miglior modo per descrivere la sua collezione primavera-estate 2012, è attraverso le parole stesse della stilista: “Riparto da zero in una location tutta bianca che dà l’idea della pulizia totale. Il mio uomo e le 12 ragazze sono vestiti in modo semplice ma raffinato. Nessuna stampa, solo bordi che rappresentano la classicità nei colori blu, bordeaux, beige, azzurro e bianco”.

Il bon ton di Emporio Armani ha inondato di eleganza la passerella maschile milanese.

I colori sono sofisticati: dal blu al sabbia, dal verde militare al grigio. Giorgio Armani mette giacche eleganti, anche a doppiopetto, su bermuda a mezza coscia e persino su shorts cortissimi.

Con una raccomandazione di buon senso per chi non può permettersi questi capi: perché c‘è anche “un galateo dei calzoncini” da rispettare…

Il finale della sfilata è stata una celebrazione dell’Italia delle Olimpiadi: Armani ha infatti realizzato le divise della nazionale.