ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Immigrazione: Corte Suprema boccia a metà legge Arizona

Lettura in corso:

Immigrazione: Corte Suprema boccia a metà legge Arizona

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli Stati non possono legiferare in materia di immigrazione clandestina. La sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti ridimensiona l’impianto della controversa riforma dell’Arizona, mettendo a segno una vittoria, seppure a metà, per l’amministrazione Obama.

Secondo i giudici della massima istanza, soltanto il governo federale può dettare le regole su questo tema e l’Arizona si è spinta oltre le proprie competenze con la famigerata “SB-1070”. Ma di quella legge resta valido l’articolo che è in certa misura il massimo responsabile delle polemiche: quello che permette agli agenti di fermare un cittadino sulla base del solo dubbio che calchi illegalmente il suolo americano e chiedergli i documenti. Un fatto che attira l’attenzione in un Paese in cui la carta d’identità non esiste.

Una decisione di cui il Presidente si è detto preoccupato. Il fatto di non avere con sè i documenti o di cercare un impiego senza avere un permesso di lavoro non potranno in ogni caso essere considerati un reato.