ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brevetto europeo in dirittura di arrivo al vertice Ue

Lettura in corso:

Brevetto europeo in dirittura di arrivo al vertice Ue

Dimensioni di testo Aa Aa

Da anni in cantiere, il progetto di un brevetto europeo valido in quasi tutti i paesi dell’Unione potrebbe ottenere il via libera durante il Consiglio europeo di questa settimana a Bruxelles. Il presidente Van Rompuy proporrà Parigi come sede per ospitare il futuro tribunale che avrà competenza sui contenziosi.

In visita all’Istituto Pasteur, il commissario europeo Michel Barnier ha invitato i paesi membri a rompere gli indugi: “Il brevetto unico – ha detto – avrà un costo fino a 10 o 20 volte inferiore e consentirà di meglio proteggere l’innovazione in Europa, favorendo l’impiego. È ora che i capi di stato e di governo sciolgano l’ultimo nodo, ovvero la scelta della sede per il tribunale dei brevetti, poiché un brevetto comune necessita una giurisdizione comune”.

Se finora il progetto non è partito dipende dal fatto che altre due città sono in lizza per ospitare il tribunale: Londra e Monaco di Baviera. Ricercatori come Simon Wain Hobson sono convinti che il brevetto unico darà slancio alle imprese innovatrici: “Il denaro risparmiato potrà essere investito nel personale e il lavoro crea brevetti, quindi si può alimentare una specie di circolo virtuoso”.

Va detto che il brevetto unico sarebbe valido solo in 25 paesi su 27: Spagna e Italia non partecipano, in polemica con la decisione di tradurre i brevetti soltanto in inglese, tedesco e francese.