ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le proposte oggetto di dibattito al Consiglio Ue

Lettura in corso:

Le proposte oggetto di dibattito al Consiglio Ue

Dimensioni di testo Aa Aa

Per battere la crisi, l’Europa deve procedere verso una piena integrazione politica ed economica. E, secondo la Commissione di Bruxelles, non si può che cominciare dalle banche.

L’unione bancaria figura tra i primi punti del Consiglio europeo di giovedì e venerdì prossimi. L’obiettivo, che si vorrebbe raggiungere nel 2013, prevede una supervisione del settore affidata alla Bce, un sistema europeo di garanzie dei depositi e un fondo di risoluzione per gli istituti in crisi.

Si passa poi all’integrazione fiscale. L’obiettivo è andare oltre il Patto già sottoscritto da 25 stati membri su 27, che impone il principio dell’equilibrio di bilancio. Secondo la Commissione, non servirebbe una revisione dei trattati e si potrebbe quindi procedere in tempi rapidi, anche se forse non abbastanza per allentare la pressione, nel breve termine, su paesi come Spagna e Italia.

Infine l’obiettivo più ambizioso, la mutualizzazione del debito, destinata ad alimentare un acceso dibattito tra i leader dei Ventisette. Nessuna decisione è attesa al riguardo, tanto meno sugli eurobond, che la Germania considera uno strumento prematuro, date le condizioni attuali. Ma se a Bruxelles si formerà un ampio consenso su un cammino da percorrere, i leader dell’Unione potrebbero dare mandato al presidente della Commissione Barroso o a quello del Consiglio Von Rompuy di sviluppare proposte concrete in vista dei prossimi summit.