ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Unione europea torna a sanzionare la Siria

Lettura in corso:

L'Unione europea torna a sanzionare la Siria

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuove sanzioni contro Bashar Al Assad tra cui l’estensione dell’embargo sulla vendita d’armi al regime siriano. Le ha approvate poco fa il Consiglio dei ministri degli Esteri dell’Unione europea. Ma a Lussemburgo l’Europa ha in agenda anche l’elezione di Morsi alla presidenza dell’Egitto.

“Discuteremo dell’elezione di Morsi in Egitto – dice Catherine Ashton, Alto rappresentante per gli affari esteri dell’UE – per ribadire che lavoreremo con gli egiziani e con il neo presidente. Vogliamo un approccio inclusivo con l’Egitto. Anche la Siria sarà in agenda e vedremo cos’altro possiamo fare. Ho passato molto tempo al telefono con Kofi Annan per sostenere il suo lavoro”.

Unanime la condanna dell’abbattimento del caccia turco da parte della contraerea siriana. Così il ministro degli Esteri francese Laurent Fabius al suo arrivo a Lussemburgo: “Quell’aereo non trasportava armi, stava facendo un volo di ricognizione ed è stato abbattuto, da quel che sappiamo, senza aver ricevuto alcun avvertimento preventivo. Quanto avvenuto è inaccettabile e il consiglio della Nato si occuperà di questa questione da domani”.

E mentre la Croce Rossa Internazionale sta cercando
di entrare a Homs, diversi ministri degli Esteri europei, tra cui l’italiano Giulio Terzi, hanno comunque escluso un intervento armato in Siria, ribadendo che la via diplomatica resta prioritaria.