ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"La primavera iraniana è viva", dice Mariam Rajavi a raduno opposizione in esilio

Lettura in corso:

"La primavera iraniana è viva", dice Mariam Rajavi a raduno opposizione in esilio

Dimensioni di testo Aa Aa

Il 2013 sarà decisivo per l’Iran, secondo Mariam Rajavi, leader del Consiglio Nazionale di Resistenza Iraniano, che ha riunito a Villepinte, alle porte di Parigi, decine di migliaia di esuli.

“Nonostante la repressione, la primavera iraniana è sempre viva”, ha detto la leader del movimento più rappresentativo dell’opposizione iraniana all’estero, anche se poco rappresentativo in patria.

“Le più grandi società, per realizzare le proprie aspirazioni, sanno provocare interi movimenti e portarli avanti”, ha detto la Rajavi. “Rompere le pesanti mura dell’impossibile. Andare avanti fino alla vittoria”.

La Rajavi ha parlato anche, con un velato ottimismo, della situazione di alcune migliaia di Mujaheddin iraniani che vivono in difficili condizioni in Iraq, a causa anche di una persistente impasse diplomatica.

Presenti a Villepinte anche delegazioni parlamentari da una quarantina di Paesi e personalità politiche come Rudolph Giuliani, Ingrid Betancourt o Edith Cresson.