ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Caccia turco abbattuto dalla Siria: martedì riunione d'urgenza della Nato

Lettura in corso:

Caccia turco abbattuto dalla Siria: martedì riunione d'urgenza della Nato

Dimensioni di testo Aa Aa

La Turchia chiede una riunione d’urgenza della Nato sull’abbattimento del caccia da parte della Siria e invia una nota diplomatica a Damasco. Se ne discute martedì, mentre domani della vicenda si occupano anche i ministri degli Esteri dell’Unione europea.

Ankara ha invocato l’articolo 4 del trattato dell’Alleanza atlantica, che prevede la possibilità di consultazioni quando l’integrità territoriale, l’indipendenza politica o la sicurezza di uno Stato membro si ritengono minacciate: “Il nostro aereo non aveva alcuna missione, compresa quella di raccolta di informazioni – ha detto il ministro degli Esteri turco Ahmet Davutoğlu -. Durante questo processo non c‘è stato alcun avvertimento da parte della Siria. Era un aereo non armato, ben identificato”.

Davutoğlu ha affermato che l’aereo è stato abbattuto in territorio internazionale e ha escluso legami tra la missione dell’aereo e la crisi in Siria, crisi che ha provocato un peggioramento delle relazioni tra i due Paesi, un tempo alleati.

Le autorità turche e quelle siriane hanno lavorato – ma non in modo congiunto – nelle ricerche del velivolo e dei due piloti a bordo. Il caccia è stato ora localizzato, mentre i due piloti risultano ancora dispersi.