ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rabbia e delusione: Grecia fuori da Euro 2012. Slogan anti-Merkel ad Atene.

Lettura in corso:

Rabbia e delusione: Grecia fuori da Euro 2012. Slogan anti-Merkel ad Atene.

Dimensioni di testo Aa Aa

Alla fine restano lacrime e slogan anti Merkel.
L’attesissima partita fra Grecia e Germania, che tutti gli ellenici aspettavano con un certo sentimento di rivalsa, e’ finita con la sconfitta della nazionale di Santos.

Nei locali di Atene o in casa, in milioni ieri sera sono rimasti incollati davati alla tv pronti a tifare e a gufare. Un 4-2 che alla fine ha pesato quasi come l’incubo della pesante recesione e che forse potrebbe alimentare ancora di piu’ la disputa con Berlino.

“Parli di politica? – fa notare un giovane greco- perchè secondo me la politica è una cosa. L’atletica e lo sport un’altra. Se fosse per lo sport saremmo tutti molto piu’ uniti”.

E poi c‘è chi spera in giorni migliori: “dunque mettiamola cosi’: io sono tedesco, lei invece è greca. Ho visto la partita con due cuori, è stata una sfida molto difficile per la Grecia. Ci auguriamo che le cose, d’ora in poi, vadano bene tra questi due paesi”.

Sull’Acropoli era tutto pronto per la grande festa, invece nulla; chi era nei locali è uscito a testa bassa, c’e’ chi ha pianto di rabbia e chi ancora una volta ha inveito contro Berlino.

Nike, l’antica dea della vittoria, non è stata dalla parte di Atene. Ma sia nel calcio come nella politica, greci e tedeschi, gli europei del sud e quelli del nord, devono trovare un modo per guarire le ferite degli ultimi due anni. Gli anni della fredda guerra delle parole.