ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: caccia turco abbattuto da siriani, Erdogan conferma solo ricerche congiunte

Lettura in corso:

Siria: caccia turco abbattuto da siriani, Erdogan conferma solo ricerche congiunte

Dimensioni di testo Aa Aa

La contraerea siriana ha abbattuto un caccia turco al largo di Ras al Basit, a pochi chilometri dalla frontiera: lo ha riferito la televisione degli Hezbollah libanesi, indirettamente confermata da fonti turche, secondo le quali il premier Erdogan avrebbe detto di aver ricevuto delle scuse dalla Siria. Parole che sarebbero state pronunciate in assenza di telecamere, mentre successivamente Erdogan ha solamente detto che non vi è alcuna informazione sui piloti. “Ma alcune imbarcazioni e un elicottero della nostra marina – ha aggiunto – stanno effettuando le ricerche, insieme a una squadra siriana”.

Erdogan ha poi convocato una riunione d’emergenza con il capo di Stato maggiore, il direttore dei servizi segreti e i ministri di difesa ed esteri.

L’aereo, secondo le fonti turche, era impegnato in un pattugliamento di routine nel Mediterraneo orientale.

La violenza in Siria sembra intanto proseguire la sua rapida accelerazione, dopo i 125 morti di ieri. Almeno 25 miliziani pro-Assad sono stati uccisi dai ribelli, secondo quanto affermano le fonti ufficiali. Il massacro, documentato da queste immagini, ha avuto luogo ad Aleppo, teatro oggi anche di una manifestazione contro il regime.

La protesta si è rapidamente trasformata in un nuovo episodio di repressione sanguinosa: almeno dieci i morti, secondo fonti locali.

Secondo un rapporto appena pubblicato dalle Nazioni Unite, almeno un milione e mezzo di persone sono bloccate dalla violenza: necessitano di aiuti umanitari, che non possono ricevere perché imprigionate nel tiro incrociato delle opposte fazioni. Di questi, si prevede che solo un terzo possa ricevere assistenza entro fine mese.