ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Norvegia: terminato il processo allo stragista di Utoya, sentenza in agosto

Lettura in corso:

Norvegia: terminato il processo allo stragista di Utoya, sentenza in agosto

Dimensioni di testo Aa Aa

Non giungerà prima del 24 agosto il verdetto per lo stragista di Oslo e Utoya: nell’ultimo giorno di processo, Anders Behring Breivik è apparso impassibile come al solito, e nella sua ultima dichiarazione ha ribadito di non sentirsi colpevole, perché ritiene di aver agito in difesa del proprio popolo.

Il suo avvocato, Geir Lippestad, ha seguito la linea decisa dall’imputato, opponendosi all’infermità mentale e alla richiesta del PM, secondo il quale Breivik andrebbe internato in una struttura psichiatrica.

“Chiedo che sia respinta la richiesta dell’accusa, di ricovero coatto in una clinica psichiatrica, e che Anders Behring sia trattato nel modo più lieve possibile”

Breivik ha tra l’altro detto di aver commesso una piccola barbarie per impedirne una più grave, cioè l’immigrazione incontrollata e la corruzione dei costumi.

Parole che hanno ulteriormente scosso i superstiti e le famiglie delle vittime:

“È importante anche l’aspetto politico, al di là della salute mentale di Breivik: perché ci sono estremisti di destra come lui che probabilmente non arriveranno ad azioni estreme come lui, ma l’ideologia esiste, ed è necessario capire se è pazzo o no”.

“Per fortuna sarà finita molto presto, è stato molto stressante per tutti. È bene che si giunga alla conclusione, è finita”, aggiunge una passante.

Ma non sarà mai finita per le famiglie delle 8 vittime di Oslo, dove Breivik aveva piazzato una bomba: e dei 69 ragazzi uccisi sull’isola di Utoya, dove partecipavano a una riunione di giovani socialisti.