ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Una pelle color miele: alla ricerca della propria identità

Lettura in corso:

Una pelle color miele: alla ricerca della propria identità

Dimensioni di testo Aa Aa

“Couleur de peau : miel” è un documentario animato sull’adozione e sulla ricerca della propria identità. Dalla fine della Guerra di Corea, nel 1953, circa 200mila bambini furono adottati in tutto il mondo. Jung è uno di loro. Adottato da una coppia belga, oggi disegna fumetti e con questo film d’animazione, realizzato con il francese Laurent Boileau, ha voluto ripercorrere la propria vita. Il 44enne disegnatore di fumetti per la prima volta, da quando fu abbandonato dalla madre all’età di 5 anni, è tornato in Corea del Sud. Nel 1970 un poliziotto lo raccolse per strada e lo portò in un orfanotrofio gestito da statunitensi. Il regista Laurent Boileau ha voluto raccontare la sua storia. L’idea è stata quella di fare un film basato sul fumetto di Jung, mescolando l’autobiografia al documentario, il fumetto all’animazione, il road movie ai filmati familiari in Super 8 e alla Storia. Il documentario d’animazione che ha vinto il premio del pubblico e quello dell’Unicef al Film Festival di Annecy è nelle sale in Francia e in Belgio.