ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'educazione verde

Lettura in corso:

L'educazione verde

Dimensioni di testo Aa Aa

Questa settimana Learning World tratta di alcuni progetti didattici a Malta, negli Stati Uniti e in Brasile, finalizzati alla tutela dell’ambiente e al migliore impiego delle risorse naturali.

A scuola d’energia

Malta è l’unico membro dell’Unione Europea a dipendere al 100% dai combustibili fossili per il suo fabbisogno energetico. Non avendo risorse primarie in loco, il Paese è costretto a puntare tutto sull’importazione.

È dunque è di vitale importanza che la sua popolazione impari ad evitare gli sprechi sin dai banchi di scuola, come sta facendo la St. Francis Primary School di Cospicua, che ha partecipato al concorso U4energy per l’educazione energetica, organizzato dalla Commissione Europea.

eun.org

Corsi universitari nelle foreste

La tutela delle foreste degli Stati Uniti orientali, uno dei più grandi polmoni del nostro pianeta, deve avvenire anche attraverso la formazione e la sensibilizzazione dei proprietari terrieri locali, che spesso per ragioni economiche o ignoranza non sanno come intervenire.

La prestigiosa Cornell University ha sguinzagliato 140 volontari per formare 650mila proprietari terrieri ed evitare che cedano al profitto immediato, non rispettando i cicli naturali, soprattutto in questo momento di crisi economica.

“ “Wikipedia”: http://en.wikipedia.org/wiki/Ivy_League
Cornell

La lezione degli indios dell’Amazzonia

Quarant’anni fa il nord-est del Brasile era dominato dalla foresta amazzonica. Oggi ha cambiato aspetto, dopo una deforestazione illegale e selvaggia: non più alberi, ma pascoli ovunque.

Gli indios Suruì, una delle più antiche tribù amazzoniche, hanno deciso di non arrendersi.

Grazie alla tenacia di Almir, il leader della comunità Suruì, gli indios stanno combattendo dal 2007 per preservare il loro paradiso naturale.

Almir_Narayamoga

Rond