ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Argentina paralizzata dalla mancanza di carburante

Lettura in corso:

L'Argentina paralizzata dalla mancanza di carburante

Dimensioni di testo Aa Aa

Scontri tra manifestanti e gendarmeria in Argentina, dove i conducenti delle autocisterne hanno indetto uno sciopero.

Motivo della protesta la richiesta di un aumento nei contratti 2012.
In ginocchio il paese, con interminabili file di auto ai distributori di benzina.

La presidente Cristina Kirchner ha abbandonato il vertice di Rio de Janeiro per tornare nel paese e prendere in mano la situazione.

“Penso che una parte del governo sia un po’ preoccupata” dice Pablo Moyano, segretario generale dell’Unione dei camionisti. “Tutto quello che vogliamo è che ascoltino le richieste dei lavoratori, non solo su un aumento del 30%, ma anche su cose che chiediamo da più di un anno”.

Ad aggravare lo scenario c‘è anche la nazionalizzazione contestata della compagnia petrolifera Ypf ai danni della spagnola Repsol.

La polizia ha intanto liberato alcuni camion bloccati dai lavoratori alla periferia di Buenos Aires.
Lo sciopero dovrebbe concludersi venerdì 22 in mattinata.