ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Governo greco: questione di ore

Lettura in corso:

Governo greco: questione di ore

Dimensioni di testo Aa Aa

L’accordo sembra fatto: Sinistra democratica dovrebbe affiancare il Pasok per far nascere il nuovo governo di Atene a guida conservatrice.

L’importante è fare in fretta, ha ribadito il socialista Evangelos Venizelos a Fotis Kouvelis, leader del piccolo partito, dopo il no scontato di Syriza, seconda forza del paese contraria ai principi del piano di salvataggio.

Vincitori alle urne ma senza maggioranza assoluta, i conservatori di Antonis Samaras hanno chiesto un vasto consenso per formare un esecutivo che lasci il paese dentro l’euro ma lo porti fuori da una crisi che dura da troppo tempo.

“A quel che sembra, saranno Nuova Democrazia, Pasok e Sinistra democratica”, commenta l’uomo d’affari Fedon Kokkiras, “Sarebbe un bene che si attivassero tutti per riuscirci. E che Dio li aiuti”.

“Vogliamo solo tranquillità”, spiega una pensionata, Chrisavgi Papadopoulou, “qualunque sia il governo che formeranno, vogliamo solo pace e tranquillità. La gente deve essere felice, è tutto quello che ci interessa, così possiamo continuare a vivere”.

Samaras ha promesso di rinegoziare il piano di rigore, imposto dai creditori internazionali a una Grecia già stremata. Un’ipotesi che vede nettamente contraria la Germania.