ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Atene verso un difficile governo di unità nazionale

Lettura in corso:

Atene verso un difficile governo di unità nazionale

Dimensioni di testo Aa Aa

Chiede ampio sostegno la destra di Antonis Samaras, incaricata dal presidente greco di formare un governo di coalizione dopo la vittoria alle legislative ma senza maggioranza assoluta.
 
Nea Dimocratia, pro-rigore e pro-riforme, incassa subito il no della sinistra radicale di Syriza, uscita seconda dalle urne e fedele alla linea contro i termini del piano di salvataggio.
 
Disponibili invece i socialisti del Pasok, terza forza del paese, che sottolineano però l’importanza di obiettivi comuni e di tempi strettissimi per la creazione del nuovo esecutivo.
 
“Il popolo ora dovrebbe lasciare che i politici facciano il lavoro per cui sono stati votati”, dice l’elettore Kostas Varvaros, “Il risultato è buono, davvero, non avrebbe potuto essere migliore”.
 
“Credo che se le due parti collaborano, Samaras e Venizelos, avranno successo, nella misura in cui faranno ciò che hanno promesso”, afferma Nikos Balaskas, “perché tra loro un’intesa è possibile. E perché diversamente questa situazione non può più andare avanti”.
 
Il voto, hanno dichiarato i conservatori che in campagna elettorale hanno promesso di rinegoziare il piano di rigore, sancisce la volontà dei greci di restare nell’euro.