ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa, stop alle espulsioni di giovani immigrati illegali

Lettura in corso:

Usa, stop alle espulsioni di giovani immigrati illegali

Dimensioni di testo Aa Aa

I giovani immigrati illegali saranno al riparo dalle espulsioni per almeno due anni. La misura, annunciata dall’amministrazione americana, riguarderebbe almeno 800mila persone, ora autorizzate a richiedere permesso di soggiorno e lavoro.

Una mossa chiaramente elettorale per i repubblicani, che accusano Obama di complicare il raggiungimento di una soluzione di lungo termine.

“Sia chiaro, questa non è un’amnistia. È una misura temporanea, che ci permette di sfruttare le nostre risorse con saggezza. Inoltre, diamo speranza a giovani talentuosi, motivati e patriottici. È la cosa giusta da fare”.

Non per tutti, evidentemente: le prime contestazioni arrivano già durante la conferenza stampa.

“Mi scusi, non è il momento delle domande, non mentre sto parlando. Le rispondo, ma la prossima volta gradirei che mi lasciasse finire di parlare prima di porre una domanda. La risposta è che questa è la cosa giusta da fare per gli americani”.

Il giornalista, di un sito conservatore, incalza, ma invano: “Cosa mi dice degli americani disoccupati mentre si dà lavoro agli stranieri?”

La novità è stata accolta naturalmente con grande entusiasmo all’interno della comunità ispanica:

“Siamo qui per dire che non ci fermeremo. Abbiamo vinto una battaglia, ma non ci basta; bisogna fare ancora molto. I nostri obiettivi sono la legge sulla residenza permanente per i giovani e la riforma dell’immigrazione”.

La nuova legge riguarderà chi è arrivato nel Paese da bambino, ha meno di 30 anni e vive negli Stati Uniti da almeno un quinquennio. Fedina penale pulita e un percorso di studi o il servizio militare gli altri requisiti.