ULTIM'ORA

Lettura in corso:

La Grecia si prepara a elezioni cruciali


Grecia

La Grecia si prepara a elezioni cruciali

L’Europa attende con il fiato sospeso il voto in Grecia. Una domenica elettorale cruciale che si appresta ad avere ripercussioni ben oltre l’arena politica nazionale, e che potrebbe determinare il futuro di Atene nell’Eurozona.

Dopo il successo ottenuto al voto inconcludente del 6 maggio Alexis Tsipras, 38 anni, con la sinistra di Syriza punta tutto sulla rabbia dei greci nei confronti delle misure di austerità. Il suo obiettivo è quello di rinegoziare i termini del piano di salvataggio internazionale, ma senza uscire dall’Euro.

Il voto bis di questo 17 giugno è secondo Antonis Samaras, 61 anni, prima di tutto una scelta tra l’Euro e la Dracma. Il leader dei conservatori di Nuova Democrazia ha promesso di fare uscire il Paese dalla crisi economica.

I partiti in lizza sono più di venti. Syriza e Nuova Democrazia, testa a testa nei sondaggi, potrebbero non ottenere abbastanza voti da governare da soli. Tra le incognite c‘è una buona fetta di elettorato ancora indeciso. Ma anche Alba Dorata, la formazione di estrema destra che nella precedente tornata a sorpresa aveva ottenuto 21 seggi in Parlamento.

Il voto in Grecia irrompe anche nel G20 di Los Cabos in Messico. Lunedì a margine del vertice è in programma un incontro tra i leader dell’Unione europea e il presidente degli Stati Uniti Barack Obama dedicato alla crisi dell’Euro, alla luce del voto ellenico.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Aung San Suu Kyi: "Il Nobel ha aperto una porta nel mio cuore"