ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Clinton alla Russia: "basta con le armi alla Siria"

Lettura in corso:

La Clinton alla Russia: "basta con le armi alla Siria"

Dimensioni di testo Aa Aa

Intrecci pericolosi dell’economia globale. La Russia, attraverso la Rosboronexport, vende armi alla Siria. Un movimento internazionale cerca di fare pressione su Stati Uniti e India, a loro volta tra i principali clienti, perché non facciano più acquisti finché le forniture a Bashar al Assad non cesseranno. L’argomento sta a cuore al segretario di Stato.

“Abbiamo affrontato i russi, chiedendogli di fermare i rifornimenti di armi alla Siria. Ci hanno risposto che non dobbiamo preoccuparci, perché ciò che stanno consegnando non ha a che vedere con le azioni interne” ha detto Hillary Clinton, nel corso di un evento pubblico al quale ha partecipato il presidente israeliano Shimon Peres.

“È palesemente falso – ha aggiunto – e siamo preoccupati per le ultime notizie che ci giungono, secondo le quali dalla Russia sarebbero partiti elicotteri d’attacco da consegnare in Siria e ciò porterebbe a un’escalation del conflitto”.

Eppure gli Stati Uniti si apprestano ad acquistare altri elicotteri da trasporto dalla società russa, da consegnare a Kabul.

“Niente a che vedere con quelli armati” dice il Pentagono, ma l’operazione ha suscitato ugualmente le perplessità del senatore John Corvin, che ne ha chiesto conto al segretario della Difesa Leon Panetta.