ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lotta ad oltranza dei minatori spagnoli contro tagli al settore

Lettura in corso:

Lotta ad oltranza dei minatori spagnoli contro tagli al settore

Dimensioni di testo Aa Aa

I minatori spagnoli della Cuenca Minera, tra le Asturie e la provincia di Leon, non hanno intenzione di arretrare di un passo nella loro protesta contro i tagli al settore, previsti dal piano di austerità.

Per la terza settimana consecutiva proseguono con i blocchi di linee ferroviarie e autostrade, e con gli scioperi ad oltranza.

“Quale futuro ci aspetta? La cosa peggiore è che nessuno in Spagna ci sta sostenendo, ma lo stanno facendo dalla Polonia e dal Regno Unito”, dice una manifestante.

“C‘è molta tensione e sta raggiungendo il culmine perché la polizia antisommossa sta facendo irruzione nei paesi senza tener conto delle donne e dei bambini. Noi ci comporteremo allo stesso modo, senza preoccuparci di nulla, e penso che qualcosa di brutto stia per accadere”, dichiara un dimostrante.

Sette minatori vicino a Santa Cruz del Sil, da oltre 20 giorni si trovano a 800 metri sotto terra e rifiutano di interrompere la loro protesta e tornare in superficie.

La tensione è alle stelle. Tre agenti sono rimasti feriti nello sgombero di alcuni blocchi stradali dei manifestanti. Questi ultimi hanno lanciato pietre e razzi artigianali contro gli agenti, che hanno disperso i dimostranti con proiettili di gomma.

Secondo i sindacati i tagli al settore minerario determineranno la perdita di 30mila posti di lavoro.