ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia, perquisite le case degli antiputin

Lettura in corso:

Russia, perquisite le case degli antiputin

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli antiputin tornano nel mirino dell’autorità russa. Alla vigilia della grande mobilitazione di piazza, le case dei principali leader dell’opposizione sono state passate al setaccio nell’ambito dell’inchiesta sui disordini del 6 maggio, scoppiati in occasione della manifestazione contro l’insediamento del presidente.

“Le perquisizioni sono funzionali alla protesta di domani- ha dichiarato l’avvocato del blogger Navalny, Vadim Prokhorov – servono anche a mettere a freno le iniziative degli oppositori, li scoraggiano entrando nelle loro case e non sappiamo cosa succederà ancora”.

Il blogger Alexei Navalny, il capo del Fronte di sinistra Serghiei Udaltsov, l’esponente di Solidarnost Ilia Iashin e il volto tv Ksenia Sobciak, invece di andare a manifestare saranno interrogati.

Un nuovo atto d’intimidazione del presidente, secondo l’opposizione, che teme il bavaglio dopo la legge promulgata venerdì: il provvedimento punisce con multe salatissime le manifestazioni non autorizzate ed impedisce ai condannati di organizzarne altre in futuro.