ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: un voto segnato da un'astesione del 43%

Lettura in corso:

Francia: un voto segnato da un'astesione del 43%

Dimensioni di testo Aa Aa

In Francia mentre lo sguardo è rivolto al secondo turno previsto per il 17 giugno, si tirano le fila di una consultazione che ha visto prima di tutto il calo della partecipazione. Sono inoltre mancati, sottolinea questo analista, colpi di scena:

“Non vi sono molte sorprese nei risultati del primo turno – ha detto Christopher Bickerton, professore associato di relazioni internazionali all’Istituto di Studi Politici di Parigi – rispecchiano abbastanza una campagna elettorale piuttosto scialba.
Insomma sono dei risultati normali per un presidente che ha puntato sulla normalità”.

Le legislative arrivano in Francia dopo una lunga campagna presidenziale. Elemento che potrebbe aver inciso sul calo della partecipazione.

“C‘è stata davvero una scarsa partecipazione da parte dei francesi – dice una signora – Spero che nel secondo turno tornino alle urne”.

“Abbiamo parlato troppo di politica da un anno a questa parte – sottolinea un ragazzo – La campagna è stata lunga e credo che i francesi abbiano voglia di parlare d’altro, come ad esempio dell’euro. Per questo la gente non è andata a votare”.

I giochi in visione del secondo turno sono aperti.