ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cile, la destra commemora Pinochet. La sinistra protesta

Lettura in corso:

Cile, la destra commemora Pinochet. La sinistra protesta

Dimensioni di testo Aa Aa

Augusto Pinochet, anche se ormai morto da più di cinque anni, continua a dividere il Cile. La destra locale ha avviato un’operazione di revisionismo che è sfociata, domenica, in una iniziativa di commemorazione dell’ex dittatore, tenuta in un teatro.

Immancabili le proteste in strada, organizzate da associazioni per i diritti umani e di sinistra.

“Hanno violato diritti umani e questo è quello che succede oggi. Reprimono le nostre proteste, tradiscono il loro Paese. I responsabili di un genocidio sono nel teatro Caupolican” il grido dalla piazza di Lorena Pizarro, presidente dell’organizzazione dei parenti dei desaparecidos.

L’evento è stato promosso dal gruppo “Corporazione 11 settembre”, la data in cui il colpo di Stato del generale portò alla fine del governo socialista eletto e alla morte di Salvador Allende.

Alfonso Marquez De la Plata, ministro durante il regime di Pinochet spiega così la celebrazione: “L’estrema sinistra cilena vorrebbe fare un’apologia del governo Allende e che dicessimo che il governo militare non ha fatto altro che commettere crimini”.

A difesa della manifestazione indetta dalla destra sono stati schierati centinaia di poliziotti, alcuni dei corpi speciali, che hanno fatto uso di lacrimogeni e idranti. Diversi gli arresti. Il Cile, dal 2010, è governato dal centrodestra del presidente Sebastian Piñera.