ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un mese dopo le presidenziali i francesi di nuovo alle urne per l'Assemblea Nazionale

Lettura in corso:

Un mese dopo le presidenziali i francesi di nuovo alle urne per l'Assemblea Nazionale

Dimensioni di testo Aa Aa

Poco più di un mese dopo le elezioni presidenziali, vinte dal socialista Francois Hollande, la Francia torna alle urne per il rinnovo del parlamento.

I sondaggi danno in testa la sinistra, che potrebbe assicurarsi la maggioranza assoluta, mentre, dopo la sonora sconfitta dell’uscente Sarkozy resta incerto il risultato dei conservatori, la cui tendenza al calo non è stata sovvertita in campagna elettorale.

Curiosità anche per il risultato dell’estrema destra, dopo il buon piazzamento, nella corsa all’Eliseo, della candidata del Fronte Nazionale, Marine Le Pen, che potrebbe risultare la vera sorpresa di queste consultazioni.

A duellare con la leader della formazione di destra, nella stessa sua circoscrizione, c‘è l’altro outsider delle presidenziali, Jean-Luc Melenchon, candidato della sinistra radicale, che continua con la strategia del confronto diretto e polemico con l’estrema destra. Una strategia che ha pagato alle presindeziali, ma che dovrà superare la verifica delle elezioni politiche.

In Francia l’elezione dei deputati avviene sulla base dei collegi uninominali e con doppio turno. Dove necessario, il ballottaggio si terrà il prossimo 17 giugno.